Torna al Blog
07/05/2013

Eliante e ASIA Onlus per una cooperazione internazionale amica dell’ambiente

Progetti di cooperazione internazionale che, oltre a contrastare la povertà e favorire lo sviluppo sociale e culturale, tengano in considerazione anche la protezione della biodiversità e l’uso responsabile delle risorse naturali. È questo l’obiettivo della collaborazione che per i prossimi anni vedrà Eliante e ASIA Onlus alleati.


CHI È ASIA?

ASIA è un’organizzazione non governativa che da 25 anni si occupa di promuovere lo sviluppo economico, sociale e culturale delle popolazioni asiatiche. ASIA è particolarmente attenta alla realtà tibetana ma si muove anche in Cina, India, Nepal e Sri Lanka. Tra gli importanti risultati raggiunti, la costruzione di 19 scuole e 20 cliniche in Tibet, il sostegno dato a circa 3.000 studenti grazie ad adozioni a distanza, azioni di sostegno umanitario in caso di calamità naturali.

 

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E AMBIENTE

A tutte queste azioni meritevoli la collaborazione con Eliante ne aggiungerà un’altra: la protezione degli habitat e della biodiversità degli altopiani dell’Himalaya.

Per loro stessa natura, spesso i progetti di aiuto e sviluppo internazionale non comprendono l’ambiente tra le loro priorità. Ad esempio, costruire una diga per fornire energia rinnovabile a villaggi senza considerare gli aspetti naturalistici del fiume del quale si modificherà il percorso porta, alla lunga, più svantaggi che vantaggi. O ancora, la deforestazione che aumenta l’area di terreno coltivabile, se non portata avanti con attenzione alla sostenibilità ambientale, a livello locale impoverisce il suolo e a livello globale amplifica il cambiamento climatico già in atto. 

 

ELIANTE E ASIA

È importante quindi che la cooperazione internazionale si doti di competenze specifiche che, attraverso la protezione dell’ambiente, garantiscano uno sviluppo sostenibile e quindi duraturo. Eliante è in grado di fornire proprio queste competenze, grazie all’esperienza accumulata in anni di lavoro sul campo. 

Alcune pratiche di gestione delle risorse naturali e di coinvolgimento delle comunità locali per la protezione dell’ambiente possono essere trasferite con successo, rispettando il bisogno di sviluppo e benessere delle popolazioni più svantaggiate. Il percorso è lungo, ma siamo convinti riusciremo creare e mettere in pratica progetti di alto valore non solo umanitario, come ASIA già fa, ma anche ambientale e naturalistico.